Le nostre camicie sono prodotte esclusivamente in Italia da abili artigiani, in laboratori sartoriali fra i più prestigiosi ed apprezzati del mondo.

I nostri esperti sarti, veri maestri la cui sapienza ed abilità si tramanda da generazioni, si occupano di tutto ciò che riguarda il confezionamento, assicurando così la massima precisione in ogni fase del processo di realizzazione, accoppiando i tessuti, realizzando cuciture del più alto livello destinate a durare nel tempo, utilizzando solo filati, accessori e componenti italiani di prima qualità.
Ogni fase della lavorazione, dal controllo del disegno al taglio delle stoffe, alla cucitura di ogni dettaglio è sottoposta a rigidi controlli di qualità, unendo all’artigianalità italiana le più moderne e precise tecnologie di produzione.
… i dettagli che fanno la differenza:

Asole e filo
Come ogni altro dettaglio delle nostre camicie, anche le asole e il filo che assicura il bottone, possono essere personalizzati liberamente, scegliendo tra una ampia gamma di colori.
Bottoni
I nostri bottoni sono applicati con metodo Ascolite®: un filo elastico saldato a caldo avvolge il piede del bottone conferendogli una grande resistenza.
Cucitura
La cucitura delle nostre camicie è realizzata a mano. Con chiusura 5mm a un ago, robusta e pregiata, ha una maggiore resistenza nel tempo rispetto a quella industriale.
Mosca
La mosca è un triangolino di tessuto cucito da ogni lato tra il davanti e il dietro della camicia, allo scopo di rinforzare la cucitura ed evitare strappi. E’ presente in tutte le nostre realizzazioni e può essere personalizzata a richiesta con cifre o loghi.
Spessore Colletto e Polsini
I nostri artigiani confezioneranno le camicie utilizzando colletti e polsini di spessore Medio. Spessori personalizzati di differente durezza (Ultra leggero, Leggero, Medio, Pesante, Ultra Pesante) sono sempre disponibili senza alcun aggravio di costo su richiesta del cliente.
Forse non tutti lo sanno, o non vi hanno mai prestato troppa attenzione, ma le parti della camicia, cioè tutti quegli elementi di sartoria necessari alla sua realizzazione, hanno un nome ben preciso, rimasto inalterato nel corso del tempo.

Per quanto, con la produzione industriale e con l’evoluzione della moda, alcuni di questi elementi siano scomparsi, ancora oggi, secondo la tradizione della camiceria artigianale, una camicia di qualità non può dirsi tale se la sua manifattura non è il risultato dell’insieme di tutte queste parti. Per capire la complessità del lavoro della camiceria, proviamo a separare e a riconoscere, una per una, le parti più importanti della camicia, e a riconoscere nei dettagli ciò che ne determina la qualità:
Davanti
Si tratta esattamente della parte frontale di una camicia, o meglio delle due parti che la compongono, dove vengono applicati i bottoni e, talvolta, i taschini;
Taschino
Il taschino viene cucito di solito sul lato sinistro del davanti. E’ un dettaglio che compare generalmente nelle camicie sportive, specialmente se con collo button down, e nelle camicie da lavoro, dove ha una funzione di utilità, oltre che decorativa;
Cannoncino
Si tratta della fascia su cui sono ritagliate le asole. Il cannoncino cucito “a vista” è tipico delle camicie sportive, mentre nelle camicie eleganti e classiche non compare;
Polsino
La forma del polsino varia a differenza del tipo di camicia. Nei modelli classici, il polsino ha le punte mozze o arrotondate, spesso prevede l’inserimento dei gemelli, e la manica, nel punto di unione, presenta alcune piccole pieghe. Nei modelli sportivi, il polsino è dritto. L’apertura lungo la manica che segue al polsino è il fessino della manica, che di solito viene chiuso da un bottone;
Fianchi
Dalle cuciture lungo i fianchi si deduce facilmente la qualità della manifattura di una camicia. Infatti più è alta la densità dei punti, più la qualità è elevata: almeno 8/9 punti per centimetro significano una camicia eccellente;
Orlo
Si tratta della rifinitura eseguita sul fondo della camicia, variabile secondo il modello e il produttore;
Bottoni
Anche i bottoni rappresentano un segno di distinzione per una camicia di qualità. Nelle camicie eleganti, devono avere uno spessore di almeno 2/3 millimetri, meglio se in madreperla. Dietro al cannoncino dovrebbero essere cuciti almeno un paio di bottoni di scorta;
Giromanica
E’ il punto in cui viene inserita la manica, che nelle camicie di ottima qualità viene sempre ribattuto;
Carrè
E’ la parte della camicia che copre le spalle. Nelle camicie di qualità il carré è costituito da una parte separata dal resto della camicia, in tessuto doppio e tagliato in verticale;
Cannone e schiena
Si tratta del dietro della camicia, lavorato in maniera differente secondo il modello. Può essere liscio, con cannone centrale, con due pieghe laterali o con pinces nel caso di camicie slim, che seguono la forma del corpo;
Colletto
Anche il colletto si distingue secondo il modello e lo stile della camicia. I colletti più noti sono comunque italiano, francese e button down, fissato dai caratteristici bottoncini. Nelle camicie eleganti il colletto è mantenuto rigido dall’inserimento di stecchette in metallo, osso o materiale plastico.
Mosca
La mosca è un triangolino di tessuto cucito da ogni lato tra il davanti e il dietro della camicia, allo scopo di rinforzare la cucitura ed evitare strappi.